venerdì 26 novembre 2010

Harry Potter giunge al capolinea (o quasi..)

O lo si odia o lo si ama. Signori e Signore: Harry Potter sta per mettere definitivamente fine alla sua avventura cinematografica. Io personalmente sono tra quelli che lo amano.L'ho amato fin dal primo film quasi 8 anni fa,dopo il 4° film decisi di leggere i libri,cercando di andare al cinema finalmente,con la consapevolezza,di chi la storia la conosce,pronta a criticare,come sempre si fa,i registi di turno.David Yates ci accompagna oramai dal 5° Film (Harry Potter e l'ordine della Fenice ndr).La sua regia,contenuti a parte,è stata sempre caratterizzata dai tratti cupi e scuri,sicuramente questo ha reso Harry più adulto agli occhi dello spettatore,che lo osserva,un Harry più maturo,verso le vicende che si fanno sempre più tetre con il ritorno definitivo di Voldemort.
Personalmente il suo tratto non mi ha mai fatto impazzire, il più delle volte la storia è stata tagliuzzata e dimezzata,molte cose non vengono spiegate chiaramente, e anche in quest'ultimo film,ahimè ripete lo stesso errore. Si spendono tante parole nel dire che bisogna sempre tenere separati film e libri e poi? Beh l'errore più comune è presentare scene con personaggi che si fidanzano e poi uno un pò disorientato,si sbatte per chiedere all'uno o all'altro amico<< e questi due ora stanno insieme>> oppure<< ma questo che parla alla radio chi è?>>,magari potreste dirmi che chi va al cinema a vedere Harry Potter sarà per lo più un fissato o un fan che comunque ha letto i libri,ma non ho mai capito se effettivamente questo dato è certo. Tornando alla trama, ok il film mi è piaciucchiato,gli effetti speciali c'erano,c'era il ritmo e comunque c'è anche la nostalgia della fine di un'era. D'accordo quando George Lucas scrisse Star Wars erano altri tempi, erano gli anni 70',erano tempi in cui gli effetti speciali non erano da tutti i film,ma da qualsiasi lato la si voglia prendere la questione,Harry,la mia amata Hermione e Ron sono diventati un'istituzione per ciò che riguarda maghi e streghe. Poca Logica,perchè se il film può far storcere il naso per il risparmio dei contenuti(è aberrante vedere Ron che lascia  la sua amata e il suo migliore amico per gelosia,quando poi la storia è un'altra...)la storia madre è una storia che ci ha saputi incollare alle scrivanie di tutto il mondo per anni e anni. Harry Potter non è solo una storiella di amicizia e di amore, Harry Potter porta con sè nel mondo magico, la libertà,il coraggio,il potere nella sua accezione più negativa,porta i buoni sentimenti, ma non solo. Ci sono i cattivi,ci sono gli amici,ci sono gli incantesimi, e c'è il passato che si intreccia con il presente. Personaggi come Piton,Silente,Hagrid,Lupin,Sirius,Dobby saranno personaggi adibiti alla mente e alla fantasia di un bimbo ma di certo i valori che portavano con se non sono stati banali.
Non mi soffermo sulla costruzione dei personaggi, la democrazia del web potrebbe portare ognuno di voi, a capire cos'è che ha di tanto bello Hermione da affascinarmi nel tempo,cos'è che mi ha fatto amare il coraggio di Harry a non mollare,e a pensare che J.K. Rowling abbia costruito su quel treno che si fermava a King Cross una storia incredibile ed emozionante.Harry Potter potrebbe essere un qualunque bambino, di sicuro non è stato da solo un ragazzo speciale,un grazie va a tutta la storia,un grazie potrebbe andare anche a Stan Picchetto,che il nome fa ridere quanto la sua faccia. Il film vale il biglietto che spendi,anche se ci vai gratis, ma il valore affettivo che mi legherà ad Harry,nel tempo, sarà inestimabile quanto la sua leggenda.

La morte non è che attraversare il mondo, come gli amici attraversano i mari; continuano a vivere l'uno nell'altro. Poiché devono essere presenti, amare e vivere ciò che è onnipresente. In questo divino specchio si vedono faccia a faccia; e il loro riflesso è libero e puro. Questo è il conforto degli amici: che, pur se si possono dir morti la loro amicizia e compagnia sono, nel miglior senso, sempre presenti, poiché immortali. William Penn


martedì 23 novembre 2010

CattivissimA ME!!!!! Despicable Me - 2010 Universal

Si che non aggiorno il blog! Maiii!
Dunque, come sempre,mi prometto di recensire 10000 cose e poi parto sempre dall'ultima cosa vista.Altro 3D al Cinema,altro film d'animazione. La Universal Picture con il suo Despicable Me arriva anche nel nostro bel paese. Il Cattivissimo Gru è un super Cattivone,affiancato dall'amico scienziato ultra 90enne e anche un pò rincoglionito. Ma non importa risulta efficientissimo,tanto da confezionare sempre a puntino,idee molto particolari per rubare l'oggetto di turno,che il cattivissimo Gru,desidera.
La sua società in nome collettivo, è composta anche da una miriade di patatine al mais gialle, no, non sono patatine, ma dargli una forma è difficile. Li hanno chiamati Minions.Questi animaletti gialli in salopette mi hanno conquistata, facendomi ridere tantissimo, spero in qualche spin off da parte della produzione. Tornando alla storia,questa si presenta molto lineare,con lo strategico happy ending, del cattivone che in realtà non è tanto cattivone se gli toccate il cuore, cosa che fanno tre adorabili ragazzine orfanelle che vengono abilmente avvicinate dal nostro Gru per scopi poco apprezzabili.
Inizialmente il rapporto sarà disinteressato e freddo, piano piano, però Gru ci prende la mano a prendersi cura delle tre dolcine bimbette. Facendo loro da papà. Neanche il furto della tanto amata Luna, riuscirà a far tornare lo scorbutico omaccione di un tempo. Il Cattivo non è più cattivo e l'incantesimo è rotto. E Poi la Luna è più bella da contemplare in compagnia no? :)


Assolutamente da recuperare e da gustare in compagnia.Le musiche di P. William e H, Zimmer fanno il resto.

domenica 7 novembre 2010

Scorpacciata Cinematografica...Ovvero non sapere da dove iniziare.

Ma no che mi sono dimenticata di questo blog: E' dire che avevo iniziato con i migliori auspici: "Si ho bisogno di scrivere"."Si mi rivoglio creare l'angolo delle chiacchiere personali...come se di mio non parlassi già "assai".
Eccomunque,passiamo alle novità del mese:Ma quale?No ok,errata corrige!!La più bella,del mese scorso è la mia piccolina appena nata(non sono incinta).La mia Canon Eos 1000D come nuova :) Con questa diventerò grande si spera....!
Tornando professionali al massimo: Partiamo da Inception,il tanto atteso ritorno di C. Nolan su tutti gli schermi del pianeta, ci ha regalato un film,carico di aspettative,tanta pubblicità,tante star e tanti ma tanti effetti cinematografici.E finalmente,sottolineo a dirlo, senza 3D.
Dunque: il protagonista o i protagonisti sono dei veri geni del sogno e della psiche. L'arte della manipolazione della mente attraverso l'inconscio può fare grandi cose:Aprire una cassaforte segreta,cambiare le strategie di un'azienda che è un colosso mondiale ah e ovviamente attirare l'attenzione di un giapponese (SIMPATICISSIMOOOOO) che è il più grande concorrente del mercato energetico,che vuole appunto togliere di mezzo il suo concorrente più acerrimo,che in punto di morte sta per lasciare tutto al fratello e al figlio prediletto(ma di nascosto...)...
Inception(mia riflessione personale) per l'estrema originalità dei contenuti,l'estrema chiarezza della narrazione,gli effetti speciali e la tematica onirica(che ha sempre il suo mistero) si candida a essere prossimo cult di tutti i tempi.Vabbè potremmo discutere del fatto che il film forse risulta un pò lungo, che l'ultima mezz'ora è un accozzaglia di scene di azione, di spari,di gente che vola a destra e manca, della tragedia del protagonista che svela il suo inconfessabile tormento,che gli impedisce di costruire le strutture del sogno,e di tornare a casa.
Ma signori miei,un lavoro durato 10 anni,da quando Nolan approdò verso le conoscenze cinematografiche comuni grazie a Memento...un film finalmente non tratto da...come ormai ultimamente si legge..Insomma merita attenzione.Ah ovviamente un plauso finale va a quel gran pezzo di Cillian Murphy (ormai è amore per me da un bel pò.) e le musiche dell'inconfondibile Hans Zimmer.
Nolan dice:  "Il fatto che un'idea installata nella nostra mente possa rappresentare il parassita più resistente e potente, e che l'idea che qualcuno possa avere la capacità di invadere i sogni, nel senso reale del termine, e di rubare idee, anche la più privata, è estremamente avvincente"
Restando in tema di azione e pallottole, il cinema 3 questa settimana(anzi questo mese,ci sono stata con la green card XD la gold doveva ancora arrivare con la nuova scheda...) mi ha regalato una visione a 5 stelle con l'ultimo superpubblicizzato fino alla nausea di SALT.
Spy story tutta al femminile:vallo a sapere poi che il ruolo era stato in origine immaginato per Tom Cruise(che consiglio nel suo ultimo film con la Diaz)..tanto che la prima cosa da dire è stata: Angelina ci fai le scarpe a Tom.Comunque la storia si snoda verso il classico archetipo di film con spie. Il doppiogioco,i russi,gli americani,e tanta violenza...anzi no degno di nota è anche la fuga stile Spiderman,della Jolie(con il cagnetto dentro lo zainoooo)...Non mi sento di spendere molte parole su questo film,sicuramente rimane un pò la delusione del dover stare seduti 1he40min per NIENTEEEEE! Non è un esperienza,non è uno spaccato di vita vissuta,era una cazzutissima storia da duri(c'erano i nord koreani doveva esserlo per forza :p) e quindi io e gli altri avevamo bisogno di un finale!!!!Sennò Dio santo perchè tutta quella pubblicità???? Per nulla????
Vabbè mi prometto di vedere Angelina nel prossimo film con Depp,speriamo quantomeno in un sequel auto conclusivo...sennò stasera avrò scritto per nulla.